EMANUELE MARGIOTTA

EMANUELE MARGIOTTA

Emanuele Margiotta nasce come ballerino Swing nel 2010 partecipando ad una lezione dimostrativa di Lindy Hop a Roma.

Amore fulmineo e profondo che da quel momento in poi si trasformerà in una passione costante e mirata al perfezionamento tecnico e all’approfondimento storico e culturale di questo fantastico ballo.

Partecipa in qualità di ballerino ad una scena danzante del corto “Il fascino discreto della parola” sul pezzo “Basta uno swing” scritto da Claudio Gregori e Giorgio Cuscito.
Dopo essersi fatto conoscere sulla scena romana arriva la felice occasione di potersi trasferire per 6 mesi a Los Angeles.

Entrando in contatto con realtà e stili differenti, quali lo Shag, il Balboa e il 2 Step e partecipando a camp storici come Camp Hollywood, la sua visione di questo ballo cambierà definitivamente.
La parola chiave ora sarà Social Dancing, intimo legame tra musica e partner. Proprio a Camp Hollywood conoscerà Kim Clever e David Frutos che diverranno suoi maestri per lezioni private mirate soprattutto al Balboa e all’Hollywood Style.

Prima di tornare in Italia passerà 2 settimane nella città mecca di ogni LindyHopper, New Orleans. Sarà lì che tra private con insegnanti internazionali e serate passate a ballare e chiacchierare nei vari club, definirà il progetto da portare in Italia al suo ritorno.
Tornato a Roma viene scelto come ballerino in rappresentanza del Lindy Hop da Rai 5 per una trasmissione chiamata “Ballando il mondo” e farà parte delle riprese del progetto “I Charleston Roma”.

Conoscerà Katharina Zeller, che diventerà la sua partner di ballo.
Abitualmente si tengono aggiornati e approfondiscono il loro studio frequentando workshops di SwingDance in giro per il mondo e prendendo lezioni private con diversi insegnanti di fama internazionale (Ryan Francois, Markus e Bärbl, Olivier e Natasha, solo per citarne alcuni).
Nel 2013 crea la sua scuola di ballo Lindy Wave insieme con Katharina e si propone anche come Dj di Swingcon il nome d’arte di The Gentleman Thief.

Nel 2014 apre il primo corso stabile di Balboa a Roma e vince il primo posto al Torino Swing Festival nella categoria Open Jack’n’Jill e arriva in finale all’Italian Balboa Festival.
Nel 2015 arriva secondo al Torino Swing Festival stavolta nella categoria Advanced Jack’n’Jill e ottiene il primo posto all’Italian Balboa Festival.
Nel 2017 al Rock That Swing a Monaco arriva primo al Balboa J&J come miglior leader, ottiene un secondo posto nella Slow Dance Contest (Blues) e nel Lindy Hop J&J entra tra i 6 finalisti.
Comincerà ad organizzare eventi Swing e ad essere chiamato in vari festival italiani ad insegnare insieme alla sua compagna, tra i più rilevanti l’Elba Swing Festival (4a e 5a edizione) e Policoro in Swing ( 3a, 4a e 5a edizione, presente anche come Dj ).
Parteciperà in qualità di ballerino di Balboa con Katharina allo spettacolo teatrale Portrait of Django Reinhardt, presentato sia al Puccini di Merano che al Cristallo di Bolzano.
Organizza i primi eventi di Blues dance a Roma invitando ospiti di fama internazionale e apre un corso stabile di Blues.
Nel 2016 fonda SWINGHAUS, un nome che simboleggia qualcosa di più globale rispetto a Lindy Wave, un nome che integra le diverse danze swing che ha studiato e continua a studiare e a voler diffondere e crea i gruppi Facebook Balboa Italia, Shag Italia e Blues Italia; strumenti utili per divulgare la passione per questi balli e mettere in connessione tra loro le varie realtà italiane.